Il Perù visto dall’acqua, Paracas, Mancora, Cabo Blanco e Punta Sal

1.285.215 km2 (+ 200 miglia marine di oceano Pacifico): il territorio peruviano copre un’estensione pari a quelle di Francia e Spagna messe insieme e costituisce un esempio di biodiversità unico al mondo.

0
221
Perù visto dall'acqua

Il Perù è un paese molto ricco e vario dal punto di vista naturalistico, comprende 11 ecoregioni e 84 habitat sui 117 esistenti al mondo e vanta una varietà paesaggistica e faunistica sorprendente. Se si pensa al Perù, la mente immagina le distese desertiche della costa e le aspre vette andine… ma il Perù è anche un paese d’acqua: l’Oceano Pacifico, che lambisce gli oltre 2.400 km di costa, e il Rio delle Amazzoni, che scorre nella zona della Selva del nord, ospitano colonie degli animali più diversi e sorprendenti!

Oceano

Paracas

ParacasA tre ore e mezzo di viaggio da Lima si entra in un paradiso naturale, la cui missione è quella di garantire la conservazione di un campione rappresentativo degli ecosistemi marini peruviani: la Riserva Nazionale di Paracas, nata nel 1975, grazie alla presenza di correnti fredde e calde provenienti dall’Equatore e dall’Antartico, ospita una grandissima varietà di specie marine. In particolare, sulle Isole Ballestas (chiamate le piccole Galapagos) è possibile vedere branchi di leoni marini che nuotano tra le onde o si rilassano sulle rocce, colonie di pinguini di Humboldt, che qui hanno trovato il luogo ideale per riprodursi e prosperare, branchi di uccelli migratori, tra cui il falco pellegrino, il chuita, il guanay, la sula peruviana, il fenicottero e il piviere dorato, oltre a cormorani e pellicani.

Le Ballestas sono una riserva naturale totale, quindi non è possibile sbarcare a terra, ma soltanto circumnavigare le isole: questo non vi impedirà di scattare grandiose foto naturalistiche perché gli animali non sono impauriti dalla presenza dell’uomo!

Dove dormire: in zona si trovano sistemazioni per tutti i gusti e tutte le tasche. Per un’esperienza all’insegna del lusso, vi consigliamo il Double Tree Resort by Hilton, il Libertador Luxury Collection, affacciato sulla riserva naturale, e L’Inti-mar, adatto anche a chi viaggia con la famiglia.

Máncora

MancoraQuesta località della zona di Piura è famosa per il passaggio delle megattere, che si intensifica nel periodo compreso tra luglio e ottobre: durante questi lunghi mesi, numerosi esemplari di balene lasciano le fredde acque antartiche per raggiungere le coste peruviane, dove danno alla luce i piccoli.

Dalla riva è quasi impossibile avvistare i grandi cetacei, quindi vi consigliamo di fare un tour in barca con uno dei tanti operatori locali: ammirare le evoluzioni aeree delle megattere sarà senza dubbio un’esperienza emozionante.

Altrettanto meravigliosa l’esperienza di nuotare o fare snorkeling accanto alle tartarughe marine nella baia il Ñuro, una tranquilla località balneare con acque turchesi che si trova a 23 chilometri a sud di Máncora: grazie all’iniziativa di alcuni pescatori locali, queste specie ha trovato in quest’angolo di costa cibo e riparo, oltre che un luogo perfetto per riprodursi!

Dove dormire: potete scegliere tra il Vichayito Bungalows & Tents by Aranwa, situato a pochi metri dalla spiaggia, di fronte all’oceano, che propone bungalow dotati di ogni confort e le uniche tende in stile beduino dell’intero paese, il fascino esotico del boutique hotel Kichic o l’ambiente ricco d’atmosfera dell’ecolodge Mancora.

Cabo Blanco e Punta Sal

Punta SalUn’altra preziosa specie marina trova dimora lungo la costa piurana, questa volta a Cabo Blanco: è il leggendario marlin, o pesce vela, reso celebre dallo scrittore Ernest Hemingway che, negli anni ’50, scendeva spesso a Cabo Blanco per pescare e trascorrere periodi di vacanza; pare addirittura che l’ispirazione per “Il vecchio e il mare” gli sia venuta proprio in seguito ad un soggiorno in queste zone.

Poco più a nord, a Punta Sal, lo scenario cambia: questo è il regno delle coloratissime barriere coralline, che ospitano pesci tropicali, tartarughe, polpi, ricci di mare e cavallucci marini, vero paradiso per gli amanti dello snorkeling e meta prediletta dai sub di tutto il mondo.

Dove dormire: il resort Punta Sal, che sorge in uno scenario mozzafiato, fra oceano e spiaggia, propone bungalow, suite e ville, tutte a pochi passi dal mare!

Foresta

Rio delle Amazzoni

delfino rossa peruvianoSpostandosi verso est e immergendosi nella foresta nella zona di Loreto, ci si imbatte nel Rio delle Amazzoni, che serpeggia sinuoso tra la vegetazione come un serpente luccicante.

Qui, nelle acque scure, nuota uno degli esseri più misteriosi e rari del pianeta, il famoso delfino rosa: la sua esistenza è quasi un mito e chi ha avuto la fortuna di avvistarne uno dice che si tratta di un’esperienza unica. La cosa certa è che serve una buona dose di pazienza per cercare di vedere i delfini di acqua dolce: lasciate Iquitos a bordo di un’imbarcazione e affrontate la navigazione tenendo gli occhi bene aperti; se poi volete qualche chance in più, concedetevi una bellissima crociera sul fiume, alla scoperta dei tanti misteri custoditi dalla foresta: e se non riuscite a vedere il delfino, potrete comunque lustrarvi gli occhi con alligatori, piranha, paiche e tartarughe!

Dove dormire: le soluzioni in Amazzonia sono varie e affascinanti. Per chi cerca una sistemazione più tradizionale, ma in un contesto di natura selvaggia, consigliamo l’Heliconia Amazon River Lodge, mentre agli amanti delle crociere segnaliamo – tra gli altri – il Delfin, operatore specializzato in crociere di lusso sul Rio delle Amazzoni.

Italia Perù è un sito web dedicato alla promozione turistica, gastronomica, commerciale e culturale dell’Italia e del Perù // Italia Perù es un sitio web dedicado a la promoción turística, gastronómica, comercial y cultural de Italia y del Perú